Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

ANPAL, filo diretto con i cittadini nelle politiche attive sul lavoro

La riforma del lavoro avviata con il “jobs act” sta portando a compimento il passaggio a una riarticolazione in ottica europea di servizi, misure e supporti incentrata sulle politiche attive del lavoro. Un processo complesso che comporta un cambio di aspettative, nuove modalità di gestione delle varie fasi della vita lavorativa e conseguenti azioni anche da parte dei cittadini e dei soggetti pubblici e privati che attuano queste politiche.

Un elemento chiave è rappresentato dal ricorso agli strumenti di interazione digitale accompagnati però da servizi di assistenza a cittadini e operatori per la diffusione dell’innovazione e delle nuove opportunità.

"In questo contesto, l'ANPAL- sottolinea il direttore generale Salvatore Pirrone -  riveste un ruolo di coodinamento e di facilitazione di quella che è l'attuazione della riforma delle politiche del lavoro e il suo ruolo si esplica in particolare nel cercare di rendere più fluido il mercato del lavoro, ma anche di deflazionare l'affluenza nel pubblico verso gli uffici sul territorio, i centri per l'impiego, laddove non sia strettamente indispensabile. La riforma che dobbiamo attuare prevede, tra l'altro, che la registrazione dei disoccupati si faccia esclusivamente online, servizio già attivo da novembre 2016. Le nuove tecnologie vengono in aiuto anche per quanto concerne l'assegno di ricollocazione.

In tale contesto è stato anche istituito, in accordo con il Formez, il numero verde per il lavoro 800 00 0039 rappresenta un servizio di assistenza multicanale per i cittadini e gli operatori pubblici e privati del settore, previsto dal nuovo portale ANPAL. Ha lo scopo, come il portale, di accompagnare i cittadini nella conoscenza e nell'utilizzo delle politiche attive del lavoro, di supportare i Centri per l’impiego nei nuovi compiti loro affidati, di favorire la sinergia con le Regioni sul tema prioritario del lavoro, soprattutto per giovani e categorie svantaggiate.

Il contact center nasce in una logica “online first” che punta a gestire via web le politiche attive, con particolare riferimento all’assegno di ricollocazione (ADR) e alla dichiarazione online di immediata disponibilità (DID), fornendo un supporto immediato ed efficace, anche telefonico, elemento chiave per il successo dei servizi online, soprattutto se rivolti ad una utenza diversificata.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo