Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Industria 4.0: uomini e macchine nella fabbrica digitale

Siamo oggi alle soglie di una nuova rivoluzione industriale, una trasformazione profonda, che vengono descritte attraverso un viaggio nell’innovazione di grandi aziende, nel libro "Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale", a cura di Annalisa Magone e Tatiana Mazali, edito da Guerini e Associati. L’analisi delle case history citate nel volume, dimostra che stiamo assistendo a una rivoluzione culturale ancor prima che tecnologica. Come sottolineano le autrici, “riguarda il modo di pensare i beni industriali, il modo di lavorare dentro gli uffici e nelle officine. Riguarda il rapporto fra l’uomo e i robot, la morfologia di fabbriche sempre più flessibili, sostenibili, ergonomiche, intelligenti, in una parola, smart”.

Secondo i teorici di questo cambiamento, in un futuro ormai prossimo la facoltà di comunicare delle macchine conferirà alla linea di produzione inedite capacità autodiagnostiche, il processo produttivo verrà simulato in ambiente virtuale per individuare e risolvere problemi prima di costruirlo fisicamente. La flessibilità dei sistemi consentirà di personalizzare i prodotti fino a tenere conto degli interessi del singolo cliente, l’addestramento del personale avverrà in ambiente virtuale prima di entrare in fabbriche che sapranno approvvigionarsi di energia in modo sobrio, senza sprechi e al minor costo possibile.

Di fronte a uno scenario in rapida trasformazione, sospinto da politiche di ricerca europee che mettono in circolo importanti risorse finanziarie, l’interrogativo è dunque come l’industria italiana stia fronteggiando la trasformazione digitale alla luce delle sue peculiarità e della sua posizione nella divisione internazionale del lavoro. Il tutto guardato da una prospettiva particolare: non il potenziale tecnologico o la tenuta dell’economia, ma il lavoro dentro le grandi fabbriche, quali trasformazioni sono già osservabili, come stanno adattandosi, come giocano la carta del futuro.

Il libro è basato su una ricerca realizzata da Torino Nord Ovest commissionata da IAL Nazionale, FIM CISL Piemonte, Istituto Superiore Mario Boella e finanziata anche con il sostegno del Fondo Fapi. Hanno collaborato Salvatore Cominu, Antonio Sansone, Giampaolo Vitali.
Prefazione di Edoardo Segantini
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo