Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La gestione del patrimonio da parte delle donne

In Italia, emerge un’arretratezza delle donne rispetto a tutto ciò che attiene la gestione del proprio patrimonio, che solitamente è in media inferiore rispetto a quello dell’uomo, come sottolinea la giornalista economica Roberta Carlini. Spesso però ciò che trae in inganno è il dato medio: al contrario delle più giovani, le donne over 60, hanno ancora un retaggio del passato per quanto concerne la gestione familiare, in  cui non hanno amministrato i loro risparmi, pur amministrando sostanzialmente il budget della famiglia.
In una prospettiva futura, abbiamo la necessità di capire se, pur avendo un istruzione superiore ai maschi,  una volontà di stare sul mercato del lavoro, anche se guadagnando di meno, con carriere meno remunerative, le ragazze, abbiamo un vero e proprio diverso atteggiamento mentale rispetto alla gestione del proprio patrimonio.

Gli economisti parlano di avversione al rischio da parte delle donne: questo potrebbe portare un cambiamento nel mondo del risparmio della finanza, non solo quando le donne sono le investitrici e risparmiatrici, ma anche quando sono esse stesse le consulenti finanziarie. Qualcuno ha detto che se ci fossero state più donne ai vertici della finanza nel 2007-2008, forse la grande crisi dovuta ai mutui sub prime non sarebbe esplosa. 

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo