Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

"Una donna in carriera": il film sulla carriera femminile nella finanza rampante

Il tema di quest'anno del Festival dell'Economia di Trento 2015, è stata la mobilità sociale.  Tale tematica interessa diversi ambiti come le donne all'interno del mercato del lavoro, problematica che si ampia se lo applichiamo a contesti come la finanza. All'interno della sezione "Cineconomia" del Festival, Marco Onado, docente senior presso il Dipartimento di Finanza dell’Università Bocconi di Milano, ha illustrato come la questione venga affrontata in modo brillante e accattivante all'interno del film "Una donna in carriera", USA (1988) regia di Mike Nichols con Harrison Ford, Melanie Griffith, Sigourney Weaver.


 

La trama del film 

Bellezza. Intelligenza. Fascino. Tess McGill (Melanie Griffith) ha tutto questo. Le mancano però un bel taglio di capelli, dei vestiti eleganti e, soprattutto, il lavoro giusto. Dopo innumerevoli tentativi di abbandonare la sua vita di segretaria a Wall Street per diventare un dirigente, Tess decide di prendere saldamente in mano la situazione. Quando il suo capo (Sigourney Weaver), una donna di classe, seducente e sleale, si rompe una gamba sciando, Tess si cala letteralmente nei suoi panni ? trasferendosi a casa sua, occupando il suo splendido ufficio e indossando i suoi abiti da 6000 dollari. Adeguatamente mascherata, Tess si allea con un abile e affascinante banchiere di Wall Street (Harrison Ford). Insieme creano un affare che potrebbe catapultarla nel grande gioco, o escluderla da esso per sempre. Con la regia di Mike Nichols e la partecipazione di Joan Cusack e di Alec Baldwin, Una donna in carriera è un racconto spiritoso e romantico sulla vita nella giungla degli affari.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo